Le Langhe, la nostra terra

Cascina San Cassiano nasce nel 1990 nel cuore delle Langhe, ad Alba in Piemonte (Italia).

Le Langhe sono un esteso sistema collinare che dal 2014 sono state incluse ufficialmente nella lista dei beni del Patrimonio dell’Umanità (UNESCO); le colline che contraddistinguono questo territorio, ai piedi delle Alpi, sono da sempre dedicate alla produzione di grandi vini come il Barolo ed il Barbaresco, e prodotti agricoli d’eccellenza come la migliore nocciola al mondo e frutta deliziosa, senza contare che in questo territorio nasce uno dei prodotti della terra tra i più prelibati e costosi al mondo, il Tartufo Bianco d’Alba.

Alba, situata nella bassa langa, ne rappresenta la capitale per eccellenza con importanti centri di vinificazione e di viticultura, centri di raccolta e lavorazione della Tonda Gentile delle Langhe e dove ogni anno si svolge la fiera internazionale del celebre Tartufo bianco.

Questo territorio ha con gli anni sviluppato un turismo enogastronomico affermato e conosciuto in tutto il mondo, accrescendo così un interesse eccelso verso la cucina langarola e piemontese che trova la sua massima espressione in numerosi ristoranti stellati Michelin sparsi su tutto il comprensorio, oltre alle varie trattorie dove è possibile consumare ricette tipiche e gustose.

La bellezza e la cultura per il buon cibo della nostra terra ci ispira ogni giorno e muove la nostra passione per la produzione di prodotti di qualità.

L’amore per le cose buone

Il nostro impegno quotidiano è quello di offrire prodotti genuini, salvaguardando il sapore degli ingredienti che utilizziamo, senza utilizzare conservanti, coloranti artificiali e prodotti OGM.

Nella realizzazione di molti nostri prodotti vengono utilizzati anche ingredienti a denominazione protetta come, ad esempio, i vini DOCG, l’aceto balsamico di Modena IGP e i formaggi DOP (Castelmagno DOP, Parmigiano Raggiano DOP e Pecorino Romano DOP).

Dove possibile ci forniamo da produttori locali: la frutta che utilizziamo per la frutta sciroppata è tutta di origine piemontese e viene lavorata entro 48 ore dalla raccolta, i pomodori ed il basilico che selezioniamo sono 100% italiani.

Selezioniamo materie prime di alta qualità come le nocciole Piemonte trilobata delle Langhe, i peperoni quadrati di Carmagnola, i pomodori secchi italiani essiccati al sole del sud Italia, le olive “Taggiasca”, i peperoni di Cuneo, le castagne “Garessina”, il latte e la panna di origine italiana e Piemontese.

La Storia di
Cascina San Cassiano

La storia di “Cascina San Cassiano” è profondamente legata all’antica origine dell’abbazia di San Frontiniano, poi nei secoli a venire ribattezzata Abbazia San Cassiano.

Secondo una leggenda, il 23 ottobre del 311 d.C., a circa un miglio da Alba, sarebbe avvenuto il martirio dei Santi Frontiniano e Cassiano per opera dei sicari imperiali romani: sul loro sepolcro, durante la dominazione longobardica, sorse un’ampia chiesa abbaziale officiata dapprima dai monaci di S. Colombano e poi successivamente dai Benedettini di Breme.

Durante i secoli successivi, l’abbazia fiorì e divenne molto potente: in alcuni documenti, si legge come la proprietà della chiesa fosse contesa per ragioni di potere da diversi ordini (Monaci del Monasteri di Casanova di Alba) e come l’abate avesse a disposizione addirittura diversi vassalli.

A partire dal XIV secolo, iniziò il periodo di decadimento segnato da guerre e pestilenze e solo nel 1455 le reliquie di San Frontiniano furono spostate dall’Abbazia San Frontiniano nel Duomo della città di Alba; l’anno successivo il papa Callisto III regalò il complesso dell’Abbazia al vescovo Teodoro di Monferrato. Durante le guerre del 1600, che interessarono le zone delle Langhe e del Monferrato, il chiostro della chiesa venne utilizzato come ospedale e come lazzaretto.

Successivamente, la tenuta appartenne alla “Mensa Vescovile”e fu poi incamerata nel Demagio Regio; nel 1868 fu rinominata “Cascina San Cassiano”, messa all’asta e ceduta a privati.

Nel 1927 la struttura fu acquistata dalla famiglia Rossetto e convertita in azienda agricola per la coltivazione di frutta e verdura e per l’allevamento di mucche da latte; a partire dal 1990 la tenuta viene adibita ad azienda alimentare e nel 2005 ampliata con la costruzione del capannone adiacente alla vecchia struttura.

Le nostre Certificazioni di Qualità

Cascina San Cassiano è certificata:
BRC, IFS, BIO, iVeg e WCA

Le certificazioni BRC e IFS sono le più importanti in campo internazionale, ed hanno come obbiettivo quello di assicurare la qualità e la sicurezza dei prodotti alimentari proposti ai consumatori. Questo tipo di certificazioni hanno lo scopo di individuare gli specifici elementi di un sistema di gestione focalizzato sulla qualità e sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti, che prende come riferimento per la pianificazione e l’implementazione la metodologia HACCP. L’ente certificatore utilizzato da Cascina San Cassiano è Bureau Veritas.

La certificazione iVegan è alla base per il sostegno della produzione e della commercializzazione di prodotti nel rispetto dell’etica vegana e garantisce produzioni sicure per il Consumatore, tracciabilità e rispetto per la cultura vegana. Sulle notre etichette troverai il simbolo sopra riportato.

La certificazione biologico identifica un sistema di produzione che rispetti il più possibile i cicli di vita naturali degli ingredienti dei nostri prodotti, al fine di preservare le caratteristiche del suolo e salvaguardare la biodiversità

×