Bollito piemontese con cognà

Difficoltà: bassa

Preparazione: 15 minuti

Cottura: 3 ore

Dosi per: 6 persone

Costo: medio

Il bollito è un classico della cucina tradizionale piemontese. Un giusto taglio di carne e gli aromi sono la base per questo secondo semplice ma gustoso. La carne di manzo bollita si accompagna volentieri con diverse salse, prima fra tutte la cognà. Si tratta di una confettura preparata con mosto d’uva, mele, pere, noci e nocciole.

Per questa ricetta abbiamo utilizzato la Salsa Cognà Cascina San Cassiano, ma assaggiala anche con il Bagnetto Rosso Cascina San Cassiano, la Salsa Verde Cascina San Cassiano e le Mostarde di Frutta Intera, di Mandaranci e di Frutta a Cubetti Cascina San Cassiano.

Ingredienti

  • 4 l di acqua
  • 1 cipolla bianca
  • 1 carota
  • 1 rametto di timo
  • pochi chiodi di garofano
  • 15 g di sale grosso

Preparazione

Mondare la cipolla ed infilzare i chiodi di garofano nella sua polpa. Realizzare un mazzetto aromatico con timo, prezzemolo e alloro, quindi legatelo con uno spago da cucina. Lavare carota e sedano. In un ampio tegame immergere le verdure, il mazzetto aromatico e il sale grosso, poi portare a bollore l’acqua. Nel frattempo legare con lo spago da cucina la carne perché mantenga la forma durante la cottura. Quando l’acqua bolle, immergere anche la carne e lasciare cuocere a fuoco lento per 3 ore. Una volta cotto, scolare e tagliare a fette il bollito e servire su un piatto di portata con un cucchiaino in salsa cognà su ogni fetta.

Cocktail al mango e passion fruit

Difficoltà: bassa

Preparazione: 10 minuti

Cottura: 0 minuti

Pere al forno con crema al cioccolato

Difficoltà: bassa

Preparazione: 10 minuti

Cottura: 40 minuti

Cupcake alla nocciola

Difficoltà: bassa

Preparazione: 15 minuti

Cottura: 35 minuti

Torta gianduja

Difficoltà: bassa

Preparazione: 15 minuti

Cottura: 30 minuti

Gelato con crema di pistacchio

Difficoltà: bassa

Preparazione: 10 minuti

Cottura: 40 minuti

×